DIRITTO INDUSTRIALE

Crediti: 
6
Settore scientifico disciplinare: 
DIRITTO COMMERCIALE (IUS/04)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Il corso si propone di esaminare gli istituti del diritto della proprietà
intellettuale, ponendo particolare attenzione all’evoluzione legislativa e
giurisprudenziale in atto (specialmente in materia di marchi e di
innovazione tecnologica), anche attraverso l’illustrazione di numerosi casi
ed esempi pratici.
Approfondimenti di carattere monografico avranno ad oggetto in
particolare:
- i problemi di Internet;
- i marchi rinomati;
- le invenzioni biotecnologiche;
- la tutela del know how;
- la protezione del software e delle banche dati.

Prerequisiti

Per poter sostenere l’esame di Diritto industriale occorre aver superato
gli esami di Istituzioni di diritto privato, Istituzioni di diritto romano e
Diritto commerciale

Contenuti dell'insegnamento

Marchi e segni distintivi di Internet. Brevetti per invenzione. Elementi di
diritto d’autore.

Bibliografia

A. VANZETTI, V. DI CATALDO, Manuale di diritto industriale, Milano,
Giuffrè, ult. ed., ad eccezione della parte I (concorrenza sleale pp. 1-141)
e della parte V (Diritto Antitrust pp. 567-647).
Letture consigliate:
C. GALLI (a cura di), Codice della proprietà industriale: la riforma 2010,
Milano, IPSOA, 2010.
AA.VV., La proprietà (intellettuale) è un furto?, Soveria Mannelli-Treviglio,
Rubbettino-Leonardo Facco, 2006.

Metodi didattici

Lezioni frontali.

Modalità verifica apprendimento

Esame orale

Altre informazioni

"Gli studenti frequentanti avranno la facoltà di sostenere, nel corso del semestre, due test scritti, al termine delle due parti del corso. se positivo, il risultato delle due prove scritte potrà sostituire l’esame orale, mentre il superamento di una
di esse ridurrà proporzionalmente l’oggetto di tale esame"