CRIMINOLOGIA

Crediti: 
6
Settore scientifico disciplinare: 
SOCIOLOGIA GIURIDICA, DELLA DEVIANZA E MUTAMENTO SOCIALE (SPS/12)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

L'insegnamento tende a fornire agli studenti chiavi interpretative scientifiche, basate su dati di ricerca empirica, per la comprensione dei fenomeni criminali. Esso sarà focalizzato sui modelli di giustizia , in specie sul modello della Restorative Justice, ed affronterà i problemi del sistema carcerario italiano.

Prerequisiti

Conoscenza dei principi del diritto penale e dell'ordinamento penitenziario italiano.
Per gli studenti del CdS in Servizio sociale: propedeuticità dell'esame di Dirtitto penale; per gli studenti del CdS in Giurisprudenza: propedueticità dell'esame di Dirtitto penale 1.

Contenuti dell'insegnamento

L'insegnamento è focalizzato sulla genesi della criminalità e sulle forme del suo trattamento.
In particolare, l'insegnamento si occuperà dei modelli di giustizia penale e della c.d Giustizia Riparativa, che verrà messa a confronto con il modello rieducativo e con le forme dell'istituzione carceraria.

Programma esteso

--

Bibliografia

-Ponti G.L., Compendio di criminologia, Cortina, Milano, V ed. (capp. 9 e 10 : pp. tot. 100).
Mannozzi G., Lodigiani G.A., Giustizia Riparativa. Ricostruire legami, ricostruire persone, Il Mulino, Bologna, 2015 ( pp. tot. 227).
- Vianello F., Il carcere. Sociologia del penitenziario, Carocci, Roma, 2012 (pp. tot. 99).
Pagine TOTALI: 433

Letture di approfondimento non obbligatorie:

- Campana D., Condannati a delinquere?, Angeli, Milano, 2009.

- Foucault M., Sorvegliare e punire. La nascita della prigione moderna, Einaudi, ult. rist. ( I ed. it.: 1976).

- Buffa P., I territori della pena, Ed. Gruppo Abele, 2006.

- Garland D. Pena e società moderna. Uno studio di teoria sociale, Il Saggiatore, Milano, ed it.: 1999.

-Vezzadini S., Per una sociologia della vittima, Angeli, Milano, 2012.

- Manconi L., e al., Abolire il carcere, Chiare lettere, Milano, 2015.

Agli studenti iscritti a corsi di studio diversi dal CdS in Servizio sociale e dal CdS in Giurisprudenza, si raccomanda di integrare la preparazione su un testo aggiornato di commento all'ordinamento penitenziario ( ad es. Mario Canepa, Sergio Merlo, Manuale di diritto penitenziario. Le norme, gli organi, le modalità dell'esecuzione delle sanzioni penali, Giuffrè, Milano; o Massimo Pavarini, Bruno Guazzaloca, Corso di diritto penitenziario, Martina, Bologna; Leonardo Filippi, Giorgio Spangher, Manuale di diritto penitenziario, Giuffrè, Milano).

Metodi didattici

Lezioni frontali e seminari di approfondimento tenuti da esperti.

Modalità verifica apprendimento

Esame scritto ( tre domande aperte; due ore di tempo a disposizione).

Altre informazioni

Durante le lezioni saranno indicate altre letture su specifici ambiti tematici di eventuale interesse degli studenti.

Gli studenti frequentanti sosterranno l'esame su un programma parzialmente differente, che sarà comunicato all'avvio delle lezioni.