Chi siamo

Il corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza è indirizzato alla formazione delle professioni giuridiche cosiddette classiche, vale a dire avvocato, magistrato e notaio, ma presenta un impianto che gli consente di attagliarsi perfettamente, più in generale, alle esigenze di chi aspiri a maturare una preparazione giuridica di grado elevato.

La laurea in Giurisprudenza è oggi necessaria anche per accedere ai ruoli dell’alta dirigenza pubblica e della carriera diplomatica e ai settori legali delle imprese e delle organizzazioni private, nonché, più in generale, per svolgere attività e assumere incarichi di rilevante qualificazione e responsabilità nel mondo delle pubbliche amministrazioni, delle organizzazioni internazionali, dell’intermediazione creditizia e immobiliare, del sindacato, del giornalismo specializzato.

⇒ vedi anche gli  Sbocchi professionali

Il corso, dunque, si pone come obbiettivo quello di assicurare una formazione giuridica di livello superiore, ma soprattutto la padronanza degli strumenti culturali e metodologici, per poter adeguatamente affrontare, impostare e risolvere questioni giuridiche, generali e speciali, astratte e concrete.

Il percorso formativo è stato costruito avendo ben presenti le aspettative e le richieste di un giurista destinato a inserirsi e a trovare collocazione in un àmbito sempre più internazionalizzato, che lo costringe a misurarsi costantemente, se non quotidianamente, con ordinamenti e regole di matrice extra-nazionale. In questa prospettiva, si giustificano allora gli ampi spazi riservati agli insegnamenti di diritto internazionale e comunitario; e si comprende anche come il corso si sia posto l’obiettivo di familiarizzare il giurista con il linguaggio della lingua inglese, potenziando poi questo aspetto mediante l’attivazione di insegnamenti direttamente impartiti in quella lingua.

Il corso è a ciclo unico e ha durata quinquennale.

Nel piano di studi del primo anno, figurano diversi insegnamenti di taglio storico-filosofico, utili a consolidare quella “piattaforma” culturale, indispensabile per affrontare gli insegnamenti di più stretto diritto positivo, contemplati nel piano di studi degli anni successivi, gli ultimi due dei quali sono caratterizzati dalla presenza di materie a scelta, al fine di consentire l’approfondimento di specifici settori privilegiati dallo Studente, in quanto apprezzati come meglio congeniali alle sue inclinazioni e ai suoi interessi.

premi e riconoscimenti

Premi e riconoscimenti di studenti del Corso di laurea magistrale in Giurisprudenza