Modalità di iscrizione

titolo richiesto

Per essere ammesso al Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza, lo studente deve aver conseguito un diploma di Scuola secondaria di secondo grado o altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.

Sono, inoltre, richieste, quali conoscenze e competenze iniziali, capacità logiche e di ragionamento, e capacità di comprendere e interpretare testi e documenti (in lingua italiana).

L'art. 4 del Regolamento del Corso di laurea magistrale in Giurisprudenza, in ottemperanza alla normativa nazionale (D. M. 270/2004), prevede che le matricole, iscritte per la prima volta a un Corso universitario, che abbiano conseguito il diploma di scuola media secondaria superiore con una votazione inferiore a 70/100 (o a 42/60), si sottopongano ad una verifica preliminare della loro preparazione, in ordine alla capacità di comprensione e di rielaborazione del testo, insieme a elementari conoscenze della lingua italiana (significato dei vocaboli e ortografia) e a basilari doti logiche.
Tale prova di ingresso non è selettiva, ma è obbligatoria.
Non è prevista la formazione di graduatoria; la prova può essere “superata” oppure “non superata”.

 

Ammissione subordinata a verifica della preparazione (matricole con voto di  maturità inferiore a 70/100)

Riconoscimento degli studi pregressi

Gli studenti con carriere pregresse e studi universitari già compiuti in Italia e all’estero che si iscrivono al Corso di laurea in Giurisprudenza possono richiedere il riconoscimento di tali attività.
Sulla base di criteri generali e predeterminati, al fine di concedere il riconoscimento, con la convalida di esami sostenuti e dei crediti acquisiti, e di indicare l'anno di corso al quale lo studente viene iscritto e l'eventuale debito formativo da assolvere, il Consiglio di Corso di studi tiene conto dei Regolamenti relativi ai programmi di mobilità studentesca riconosciuti dalle Università dei Paesi dell’Unione europea e di altri programmi di collaborazione interuniversitaria riconosciuti dall’Università di Parma.
La convalida di insegnamenti per almeno 30 CFU permette l’iscrizione al secondo anno. La convalida di insegnamenti per almeno 80 CFU permette l’iscrizione al terzo anno. La convalida di insegnamenti per almeno 130 CFU permette l’iscrizione al quarto anno. La convalida di insegnamenti per almeno 180 CFU permette l’iscrizione al quinto anno.

 

Per ulteriori dettagli vedi → Trasferimenti e passaggi