DIRITTO PROCESSUALE AMMINISTRATIVO

Docenti: 
Crediti: 
9
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
DIRITTO AMMINISTRATIVO (IUS/10)
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Il corso si propone di fornire agli studenti gli strumenti per l'apprendimento complessivo della materia, dalla genesi storica alla attuale vigente disciplina del processo amministrativo.
In particolare, l’insegnamento ha l’obiettivo di fare acquisire la comprensione teorica e di taglio pratico della tutela giurisdizionale amministrativa.

All'esito del corso, gli studenti saranno in grado di:

- comprendere il criterio di riparto della giurisdizione tra giudice amministrativo e giudice ordinario;

- conoscere i rimedi esercitabili avanti il giudice amministrativo;

- apprendere la dinamica processuale, le azioni proponibili e le particolarità del rito;

- comprendere la portata giuridica degli atti adottati dal giudice amministrativo;

- conoscere il sistema delle impugnazioni.

Prerequisiti

È richiesto il rispetto delle propedeuticità stabilite dal Dipartimento. Pertanto, per sostenere l'esame di profitto di diritto processuale amministrativo, è necessario avere sostenuto i seguenti esami: istituzioni di diritto romano, istituzioni di diritto privato, diritto costituzionale, diritto amministrativo, diritto processuale civile.
Si segnala che le propedeuticità indicate valgono secondo la coorte di iscrizione (e, quindi, diritto processuale civile è propedeutico a diritto processuale amministrativo per tutti gli studenti che si sono iscritti a partire dall'a.a. 2014/2015).

Contenuti dell'insegnamento

L’insegnamento si occupa dello studio del processo amministrativo e dei metodi alternativi di tutela. In particolare, verranno affrontati i principi generali che governano il processo, nonché gli istituti più rilevanti, tra i quali: la giurisdizione amministrativa; i criteri di riparto; il rapporto tra giurisdizione amministrativa e giurisdizione ordinaria; i rimedi giurisdizionali e non; il sistema delle azioni; il giudizio cautelare; il processo di primo grado; i riti speciali; le impugnazioni.

Bibliografia

Per la preparazione dell'esame gli studenti possono scegliere uno tra i seguenti testi:
- A. Travi, Lezioni di giustizia amministrativa, Giappichelli, 2019;
- F.G. Scoca (a cura di), Giustizia amministrativa, Giappichelli, 2017.
Per gli studenti frequentanti sarà fornito materiale didattico integrativo sulla piattaforma Elly utile per l’illustrazione dei casi pratici durante le lezioni.
È richiesta per tutti gli studenti la conoscenza approfondita delle leggi fondamentali della materia e in particolare del d. l.vo 2 luglio 2010, n. 104 recante il codice del processo amministrativo (c.p.a.).

Metodi didattici

Il corso si articola in tre lezioni frontali alla settimana, secondo il calendario e l'orario pubblicati.
L'attività didattica sarà condotta mediante l’analisi teorica degli argomenti oggetto del corso (per complessive 54 ore di lezione parametrate sui 9 CFU), nonché, per le restanti ore, mediante discussioni di taglio pratico, nelle quali sarà privilegiata una modalità di apprendimento attivo con discussioni di casi giurisprudenziali. A questo fine, sarà fornito materiale didattico sulla piattaforma Elly, utile alla illustrazione delle questioni affrontate.
Come proficuo momento di approfondimento, per gli studenti frequentanti sarà organizzata – per quanto possibile in ragione della emergenza sanitaria – una visita didattica presso il Tribunale amministrativo regionale di Parma, con analisi delle questioni che saranno trattate in udienza. In ogni caso, durante il corso saranno organizzate simulazioni processuali, anche con il coinvolgimento di magistrati e avvocati.
Per il primo semestre dell’anno accademico 2020/2021, le lezioni non si svolgeranno in presenza, ma da remoto sulla piattaforma Teams.

Modalità verifica apprendimento

La valutazione finale consiste in una prova orale con una discussione tesa a verificare l’apprendimento dei contenuti del programma.
La prova orale è articolata in due parti: una concernente la verifica delle conoscenze complessive della materia, l’altra tesa a verificare le capacità di analisi di problematiche applicative.
Nel complesso, lo studente dovrà avere acquisito capacità critica, proprietà di linguaggio e dovrà dimostrare di sapersi orientare nelle principali questioni della disciplina. Per questo motivo è vivamente consigliata la frequenza.
Si segnala inoltre che l'esame consta mediamente di tre domande relative al materiale didattico e che solo per gli studenti frequentanti sarà possibile, in accordo con il docente, portare all'esame la discussione di un caso pratico.
Il voto finale, espresso in trentesimi, sarà comunicato immediatamente al termine della prova stessa.
Qualora fosse necessario, a causa del perdurare dell’emergenza sanitaria, integrare con la modalità a distanza lo svolgimento degli esami di profitto, si segnala che si procederà con interrogazioni orali a distanza mediante la piattaforma Teams.

Altre informazioni

Il docente è disponibile per chiarimenti riguardanti il corso via mail o durante il ricevimento studenti.